Ultima modifica: 14 September 2017
Ultima modifica: 14 September 2017

Scuole, c’è il Piazzi-Perpenti fra le eccellenze di Lombardia

Licei a “cinque stelle” che garantiscono basi culturali e tecniche solide per affrontare l’università con competenza raggiungendo risultati brillanti nella carriera scolastica.

Tra i più virtuosi in Lombardia ci sono ben tre istituti statali della provincia di Sondrio che figurano nei primi venti posti della classifica stilata dalla Fondazione Agnelli (Fga): due di Sondrio e uno di Morbegno.

Partendo dal capoluogo si tratta del Perpenti – liceo linguistico ed indirizzo liceale socio-psicopedagogico -, che con un eccellente nono posto ha centrato la top ten, e del suo “affiliato”, il liceo classico Piazzi, che si è guadagnato la posizione numero quindici. Istituti d’istruzione superiore, questi, entrambi diretti dalla dirigente scolastica Maria Grazia Carnazzola, che sulla mappa delle scuole di Valtellina e Valchiavenna “convivono” sotto lo stesso tetto, il Piazzi-Perpenti per l’appunto, anche se nella classifica della Fga sono stati divisi.

L’altro eccellente piazzamento – spicca al quattordicesimo poso – se l’è meritato il liceo scientifico Nervi della Bassa Valle diretto dal preside Giuseppe Iandolo.

La ricerca condotta dalla Fga ha testato i ragazzi che hanno ottenuto i risultati migliori durante il primo anno di università: in Lombardia sono finite sotto la lente di ingrandimento ben 69.944 matricole provenienti da 453 scuole superiori, tra cui dieci valtellinesi e valchiavennasche (nove statali e una paritaria). Nell’indagine sono stati valutati il profitto, cioè la media dei voti conseguita agli esami da ciascun universitario, e la velocità con cui sono stati sostenute le prove, considerando il numero di crediti ottenuti rispetto a quelli dichiarati come impegno annuale. Ma nello stilare il ranking finale sono stati “misurati” anche altri parametri, tra cui il contesto del territorio, la provenienza socio-culturale di chi ha frequentato la scuola, e anche le caratteristiche stesse di ragazzi.

Va precisato che i dati scaturiti sono relativi agli anni 2007-2008 e 2008-2009, ragazzi che si sono diplomati nel 2006 e che quindi si sono già laureati; inoltre esclusi dalla ricerca, e quindi non oggetto d’indagine, sono state soltanto le scuole professionali.

Complessivamente, scorrendo la classifica generale lombarda, gli istituti statali del nostro territorio si sono difesi molto bene, dimostrando la “bontà” della preparazione offerta agli studenti. La maggior parte si è piazzata ben al di sopra della metà, fatta eccezione per l’unica scuola paritaria superiore, il liceo scientifico Pio XII di Sondrio, fanalino di coda che si trova alla postazione numero 236, riconfermando il trend regionale secondo il quale le statali supererebbero di gran lunga quelle paritarie.

Al 51esimo posto si trova l’istituto d’istruzione superiore Leibniz di Bormio che ha preceduto di dieci posizioni l’Iti Mattei di Sondrio piazzatosi al 61esimo posto.

Altre due scuole del capoluogo appaiono alla 70esima e 84esima posizione, occupate rispettivamente dall’istituto tecnico e per geometri De Simoni e dal liceo scientifico Donegani che hanno staccato di parecchio le ultime tre scuole statali analizzate. Vale a dire l’Itcg Da Vinci di Chiavenna, 118esimo, poi il Pinchetti di Tirano alla 122esima posizione, infine il Saraceno di Morbegno che si è piazzato 170esimo.

Dalla “Provincia di Sondrio”